Il biometano

Il biometano

Esperienze nazionali e internazionali

Attualmente in Europa esistono 367 impianti per la produzione di biometano in 15 paesi diversi; nella maggior parte di questi, il biometano è anche direttamente immesso nella rete di distribuzione.

Alcuni di questi impianti, come MetApulia, usano la frazione organica del rifiuto solido urbano come risorsa per la produzione, altri usano altri tipi di rifiuto, per questo prevedono un altro tipo di trattamento e si attengono a una regolamentazione diversa.

Per lo più viene utilizzato per produrre energia elettrica o per riscaldare, ma l’uso come combustibile per autotrazione sta diventando sempre più comune. In Svezia ha già superato il 57% del mercato, in Germania in un solo anno è passato dal 6 al 15% del mercato.

In Italia, la produzione di biometano è cosa recente. Trento, con l’impianto Bio Energia Trentino di Faedo realizzato nel 2012, e, Salerno, con l’impianto realizzato nel 2011, sono stati tra i territori più lungimiranti che si sono distinti per l’avvio di progetti avanguardistici in questo ambito. Oggi, oltre a MetApulia, altri impianti sono in fase di autorizzazione o realizzazione anche in Umbria e Piemonte.

Mappa Impianti in Europa